01 dicembre 2019

1 DICEMBRE 1977 – Va in onda lo Spogliarello delle casalinghe.

SPOGLIARELLO CASALINGAjpg

“Serviva una trasmissione diversa per uno sponsor di pellicce, decidemmo di puntare sullo spogliarello” Così Pino Maffi, biellese classe 1946, racconta come nacque l’idea di Spogliamoci insieme. Fu il primo programma osè della televisione italiana, ma il vero colpo di genio fu quello di non utilizzare spogliarelliste professioniste, ma casalinghe, donne comuni, quelle della porta accanto.

Il programma andava in onda su TeleTorino International, si era agli albori delle Tv private. Verso mezzanotte sul piccolo schermo irrompeva Tarzanpino Maffi: baffoni neri, vestito con una pelle di leone, urlava frasi con forte accento piemontese. Nello studio donne dall’aria comune e vestite in modo formale erano pronte a far volare i loro indumenti davanti all’occhio delle telecamere e di migliaia di spettatori.

Si trattava di un quiz: Tarzanpino faceva domande agli spettatori e se la risposta era esatta, a seconda se il concorrente era uomo o donna, la casalinga spogliarellista doveva togliersi o mettersi un indumento, fino allo slip.

Fu un successo, ne parlarono televisioni e giornali di mezzo mondo: il Newsweek, il San Francisco Cronicle, le Figaro, il Daily Mail, Paris Match e la BBC, tanto per citarne alcuni. La direttrice di TeleTorino International era Giuliana Gardini e il regista della trasmissione Riccardo Humbert.

Ancora oggi Pino Maffi ricorda quel periodo: “Non riuscivo a rendermi conto di quell’inaspettato successo, inutile dire che viaggiavo a due dita da terra!- e aggiunge – Il problema delle televisioni di oggi è che hanno i soldi ma mancano di un ingrediente fondamentale: la fantasia”.



» ELENCO ARTICOLI Accadde Oggi «
Stampa
© 2019 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl