29 gennaio 2005

Finanzieri Cuneo scoprono falsi matrimoni

Moglie mia, ma quanto mi costi… Davvero tanto, migliaia di euro. Un’operazione della Guardia di Finanza di Cuneo, guidata dal ten.col. Alberto Giordano, ha scoperto che ora c’è un vero e proprio tariffario. Solo per prendere parte alla cerimonia nuziale e al successivo banchetto: tremila euro. Era questo infatti il prezzo pattuito per nozze fasulle in cambio di un permesso di soggiorno. Non è stato facile per le Fiamme Gialle di Cuneo scoprire questo traffico volto ad ottenere il nulla osta per entrare in Italia. Ma senz’altro è stato anche divertente. Oltre ai soliti appostamenti e perquisizioni ci sono stati anche gustosi pranzi di nozze: già perché i finanzieri si sono infiltrati nei banchetti e parlando con gli invitati hanno scoperto che quel matrimonio era fasullo. Il rito civile era vero, il pranzo sontuoso con musiche e balli pure, ma marito e moglie il giorno dopo se ne andavano ognuno per la propria strada. La donna con tremila euro in tasca e l’immigrato con un bel permesso di soggiorno. La prima notte? No, quella non era prevista… Dopo 8 mesi di indagini la Guardia di Finanza ha tratto in arresto 7 persone e ne ha denunciate un’altra cinquantina. Oltre a combinare questi matrimoni fasulli, trafficavano in auto rubate e spacciavano sostanze stupefacenti. Ma questa è routine, normale lavoro di finanziere. Alzare il calice per il brindisi agli sposi, quello no, quello è lavoro extra.



» ELENCO ARTICOLI 2005 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2019 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl