23 giugno 2005

Asti-Cuneo-Alessandria, nuovo motore di ripresa

C’è un triangolo, nel cuore dello storico Genova- Milano-Torino, capace di diventare un sistema socio-imprenditoriale indipendente e di essere un motore di ripresa: è l’Asti-Cuneo- Alessandria, forte dell’eccellenza della viniticoltura e della produzione alimentare di qualità del suo cuore, Langhe e Monferrato. È quanto emerge da una ricerca condotta da UniCredit Private Banking, presentata, oggi a Pollenzo, a un convegno al quale ha partecipato il numero due di Unicredit, Fabrizio Palenzona. “Non è una nuova scatola istituzionale – ha spiegato Palenzona – ma un progetto territoriale che nasce da una collaborazione avviata da 8-10 anni, che può avere nuovo impulso, con il traino dell’enogastronomia di qualità”. All’interno del triangolo della “Food & Wine belt”, ci sono ricchezze consolidate: qui si concentra il 98% della produzione del vino di qualità del Piemonte (50 vini e 400 etichette doc e docg); Cuneo è la prima provincia del Piemonte e l’11a in Italia per reddito pro-capite (24.221 euro l’anno) e annovera ben 75 mila piccole imprese. “L’alleanza tra le tre province – ha detto ancora Palenzona – deve migliorare quei punti ancora carenti, come la ricettività turistica”.



» ELENCO ARTICOLI 2005 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl