27 giugno 2005

Bresso abolisce ticket farmaci generici

La Regione Piemonte ha abolito il ticket sui farmaci generici. Lo ha deciso la giunta regionale, che questo pomeriggio ha approvato una delibera proposta dalla presidente Mercedes Bresso e dall’assessore alla Sanità, Mario Valpreda. La misura, parte di un piano per l’abolizione progressiva di tutti i ticket sanitari, dovrebbe finanziarsi con il risparmio che l’utilizzo dei generici produrrà per le casse regionali. L’obiettivo, ha spiegato Valpreda, è far salire al 20% il consumo dei farmaci generici, che attualmente in Piemonte si attesta al 9,5%, lievemente al di sotto del 10% della media nazionale. “Per raggiungerlo – ha sottolineato – la Regione Piemonte stipulerà accordi con i medici di base, attuerà una campagna di comunicazione e inviterà i farmacisti a consigliare per quanto possibile l’uso dei generici”. Aumentare il consumo di farmaci generici anche solo del 5%, ha calcolato l’assessorato, comporterà un risparmio per il servizio sanitario pari a 6 milioni di euro. E poichè un farmaco generico costa in media 7,5 euro contro i 17,5 di quelli sotto brevetto, il mancato introito derivante dall’abolizione del ticket, stimato in 17 milioni, verrà compensato da una riduzione della spesa farmaceutica che secondo le stime dovrebbe attestarsi sui 23 milioni.

 



» ELENCO ARTICOLI 2005 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2019 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl