26 agosto 2005

Nato il Torino Football Club, tensione e scontri in città

 È nato oggi il nuovo Torino Football Club, la società che ha il titolo sportivo del club granata grazie al lodo Petrucci e che è iscritta al campionato di Serie B. Resta il nodo della proprietà. È questo il risultato dell’assemblea dei 16 soci della Società campo civile Torino (la srl cui la Figc aveva affidato il titolo sportivo) che però non ha affrontato il caso Giovannone. Cioè l’opzione che l’imprenditore ciociaro ha in mano e che gli darebbe il diritto di avere il 51% del Torino. Riunita presso il Comune sotto la presidenza dell’avvocato Pierluigi Marengo, l’assemblea ha deciso di cambiare la ragione sociale e di procedere all’aumento di capitale da 10 mila a 10 milioni di euro. Marengo si è limitato a precisare che “c’è tempo fino a mercoledì prossimo perché i 10 milioni possano essere versati”. Per il momento non si sa chi li metterà. Intanto cresce la tensione in città. Nella notte tre bottiglie incendiarie sono state lanciate contro la palazzina in cui c’è la sede della Juventus, in corso Galileo Ferraris, a Torino. Non vi sono stati praticamente danni. La Polizia ritiene che si tratti di una coda degli incidenti provocati dagli ultras del Toro davanti al Comune e nell’hotel di Moncalieri dove si era rifugiato Giovannone. Il bilancio del lancio di pietre e bottiglie è stato di 6 agenti feriti. Fra cui un poliziotto di 25 anni che è stato operato nella notte all’ospedale Cto per una frattura esposta alla tibia e al perone a causa dell’impatto con un masso di 15 chilogrammi.



» ELENCO ARTICOLI 2005 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl