29 marzo 2003

Incidenti stradali: sabato tragico per tre ciclisti

Doveva essere un sa­bato come tanti altri, vissuti all’insegna del­la bicicletta, per tre in­guaribili innamorati del pedale, ultracinquantenni. E invece si è trasformato in tragedia, perché in pochi secondi, i tre sono morti, falciati da un’auto che aveva perso il controllo. Sono Do­me­ni­co Vergnano, 70 anni, imprenditore metalmeccanico, Ermanno Arrobbio, 63 e Lu­cia­no Piovano, 57, pensionati, tutti di Chieri, a un tiro di schioppo da Riva, dove è avvenuto il fatto. L’investitore, Pietro Pa­­risi, 25 anni, ha un braccio solo e guidava un’auto con co­mandi speciali, ma – se­condo le testimonianze dei quattro com­­pagni di pedale sopravvissuti – andava molto forte. Le biciclette, nell’urto, sono state sbalzate ad alcune decine di metri, mentre i corpi delle vittime sono finiti nel fossato circostante. L’investitore è rimasto sconvolto dall’accaduto, tanto da essere ricoverato all’ospedale di Chieri sotto stato di choc. Il padre, alla vista dei tre ciclisti uccisi dal figlio, ha avuto un collasso.

 



» ELENCO ARTICOLI 2003 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2019 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl