27 agosto 2009

La Coldiretti lancia allarme lupo in Piemonte

Torna l’allarme lupo sulle nostre montagne. Eclatante il caso del pastore della Valle Tanaro, provincia di Cuneo, che nelle settimane scorse ha avuto 17 vitellini uccisi, sbranati dai lupi. Sono circa 400 in tutta la penisola, sugli Appennini ci sono sempre stati. Adesso stanno ripopolando anche le Alpi, a cominciare dal Piemonte. È quindi in crescita il numero di esemplari di questo animale in via di estinzione, protetto dalla normativa europea. Segno che sta trovando un habitat adatto, ma anche fonte di pericolo per allevatori, margari e pastori: negli ultimi 2 anni sono stati ufficialmente registrati circa 300 attacchi di lupi a greggi e mandrie con più di 800 vittime fra pecore, capre, mucche. La Coldiretti con un presidio al rifugio Mongioie di Ormea, sulle Alpi Marittime, denuncia la forte preoccupazione che regna nella pastorizia. Si chiedono aiuti alle istituzioni e collaborazione con le associazioni ambientaliste nell’organizzare turni di volontariato per vigilanza e sorveglianza degli animali in alpeggio.



» ELENCO ARTICOLI 2009 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2019 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl