27 maggio 2007

Amministrative Piemonte: 76 comuni al voto

Oggi e domani si vota in Piemonte per rinnovare 76 consigli comunali e la Provincia di Vercelli. Inizialmente, la tornata elettorale riguardava altri due comuni, Villanova d’Asti e Monteu da Po (Torino), ma sentenze del Tar hanno fatto slittare il voto nel comune astigiano, dove due liste erano state escluse per eccesso di firme, e l’hanno cancellato in quello torinese, accogliendo il ricorso del consiglio contro l’annullamento del decreto di commissariamento. Si va alle urne in 13 comuni con oltre 15 mila abitanti, tutti, quindi, potenzialmente interessati al ballottaggio. In questo elenco ci sono tre capoluoghi di provincia, Alessandria, Asti e Cuneo, cinque città in provincia di Torino (Alpignano, Caselle, Grugliasco, Moncalieri e Rivalta), Acqui Terme (Alessandria), Mondovì (Cuneo), Borgomanero (Novara), Domodossola e Omegna (Verbania). Ad Asti il sindaco uscente Vittorio Voglino (centro sinistra) è sfidato da Giorgio Galvagno, candidato del centro destra che però al primo turno non avrà l’appoggio dell’Udc, rappresentata da Davide Arri. Ad Alessandria (cinque candidati) il confronto è tra Mara Scagni, sindaco uscente dell’Ulivo, sostenuta da otto liste, e Piercarlo Fabbio, appoggiato da 12 liste del centro destra. A Cuneo Alberto Valmaggia (centrosinistra) cerca la conferma contro Carlo Alberto Parola, che però non è l’unico candidato del centro destra, che schiera pure Alberto Lauria, sostenuto da Lega Lombarda, Democrazia Cristiana, due liste civiche e “Pensionati e invalidi”. Alla Provincia di Vercelli (sei candidati) la sfida è tra Renzo Masoero, appoggiato da dieci liste di centrodestra, e Francesco Carcò, sostenuto da cinque liste.

 



» ELENCO ARTICOLI 2007 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl