» elenco articoli della categoria

» 2015 »Un anno in Piemonte

27 maggio 2020

La Sacra, al centro della linea di San Michele

Una linea assolutamente retta (quasi 2.000 km) unisce i 5 principali luoghi di culto europei dedicati all’Angelo Michele. E’ una linea immaginaria che collega St Michael’s Mount (Cornovaglia) con Mont Saint Michel (Francia), la Sacra di San Michele in Val di Susa, l’Eremo di San Michele di Coli nei pressi di Bobbio (Piacenza) ed il […]

20 maggio 2020

PERCHE’ SI CHIAMO’ INFLUENZA SPAGNOLA

Nella primavera del 1918, 102 anni fa, il mondo intero fu colpito da una malattia influenzale che in tre diverse ondate infettò circa un terzo della popolazione mondiale causando oltre 50 milioni di morti. In Italia si calcola che i decessi furono fra i 350mila e i 600mila. In Piemonte la Spagnola si presentò con una prima ondata […]

13 maggio 2020

PERCHE’ GLI JUVENTINI SONO I GOBBI

C’ è chi pensa alla fortuna che spesso arride alla Juve, la stessa fortuna che – si dice – arrivi a chi tocca la gobba ad un anziano. Altri hanno legato il significato gobbi all’ appellativo Vecchia  Signora che spesso è un po’ curva, quindi con la gobba.  Taluni affermano esserne la causa una certa […]

08 maggio 2020

I portici di Torino, tra i record europei

Un record: con 18 chilometri di portici (di cui 12,5 km continui) Torino (insieme con Bologna che arriva addirittura a 38 e Padova che ne ha 18) sono le città che detengono il primato di possedere le più ampie zone pedonali d’Europa. Lastricati con pietra grigia in via Po oppure con marmo in via Roma, […]

03 maggio 2020

Marcel Bich, il torinese che inventò la penna a sfera

Ecco la vicenda di un torinese anomalo. Talmente anomalo che in pochi conoscono la sua storia e in pochissimi sanno che è torinese. Il suo nome è Marcel Bich. Originario di una nobile e decaduta famiglia valdostana, il barone Marcel Bich nacque a Torino nel 1914 e fino alla fine della sua adolescenza abitò in corso Re Umberto […]

29 aprile 2020

TORINO, IL COLERA, PELLICO E PORTA PALAZZO

«Eleviam fra le lagrime i cuori, / Sosteniamo gli scossi intelletti! / Siam colpiti, ma non maladetti, / Man paterna è la man del Signor. / Per provarci con prova più forte, / Per destarci a più nobil costanza, / Egli ha detto ad un angiol di morte: / Tue saette raddoppia su lor». Quasi […]

26 aprile 2020

MANZONI, LA PESTE E IL PIEMONTE

«La peste che, cinquantatrè anni avanti, aveva desolata pure una buona parte d’Italia, e in ispecie il milanese, dove fu chiamata, ed è tuttora, la peste di san Carlo. Tanto è forte la carità!». Alessandro Manzoni ne «I promessi sposi» racconta la peste che imperversò nell’Italia affamata nel 1629-1633 e colpì il Lombardo-Veneto, la Toscana, […]

22 aprile 2020

DON BOSCO E IL COLERA

Dal 1° agosto al 21 novembre 1854 il colera a Torino colpisce 2.500 persone e ne uccide 1.400, ma nessuno dei ragazzi dell’Oratorio di Valdocco che, sull’ esempio di don Giovanni Bosco curano i colerosi, viene infettato. Nell’estate 1854 scoppia il «colera morbus» con epicentro Borgo Dora, dove si ammassano gli immigrati, a due passi […]

18 aprile 2020

Quercetti, 70 anni di Chiodini

Una tavoletta in plastica bucherellata bianca, un mare di chiodini colorati, la nostra fantasia e tanto tempo per giocare. Figli di un’Italia ancora in ripresa, siamo cresciuti così, senza impegni pressanti e continui, senza pomeriggi estenuanti e segnati da corsi di danza, scuole di calcio o di nuoto. Le attività fisiche le svolgevamo in strada, […]

08 aprile 2020

IL COLERA E LA COLONNA DELLA CONSOLATA

  A Torino il colera finì nel dicembre 1835. E fu subito festa di ringraziamento. L’arcivescovo Luigi Fransoni ordinò che nelle chiese si cantasse il «Te Deum». Sotto le volte della Cattedrale, del Corpus Domini, della Consolata e di San Rocco, protettore degli appestati, si ripetevano preghiere e inni, penitenze e promesse. Come spesso accade […]

© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl