29 agosto 2006

A Torino nuovo regolamento per animali

Portate il vostro cane almeno tre volte al giorno fuori per i suoi bisognini? Se la risposta è no e se abitate a Torino rischiate una multa fino a 500 euro. Nel capoluogo piemontese, infatti, il 26 ottobre entrerà in vigore il regolamento di tutela degli animali, prima città italiana a dotarsi di un documento così corposo, ben 45 articoli che interessano gli animali di casa, ma anche quelli dei circhi. Ce n’è davvero per tutti i gusti: dal divieto di colorare il pelo di cani e gatti con tinte artificiali all’obbligo di farli alloggiare in cucce con tetto impermeabile e staccate da terra. I cani non si possono trascinare al guinzaglio se si viaggia in moto, mentre se si è in bicicletta non li si deve affaticare troppo. Obbligo di paletta e sacchetto al seguito quando si esce col cane e divieto per i veterinari di mutilare i migliori amici dell’uomo, e quindi a Torino non si vedranno più certi doberman con orecchie e code mozzate. Il regolamento ovviamente non riguarda solo i cani, ma anche i conigli, i pesci, gli uccellini che allietano le case. E quindi vai con le misure minime delle gabbie per canarini e degli acquari per pesciolini rossi e per tartarughe. Ma chi vigilerà sull’applicazione del regolamento che prevede multe da 25 a 500 euro per i trasgressori? I Vigili Urbani, le guardie zoofile e i volontari, tutti i torinesi infatti sono invitati ad un maggior rispetto per i nostri amici animali.



» ELENCO ARTICOLI 2006 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2021 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl