Warning: getimagesize(): Filename cannot be empty in D:\inetpub\webs\unannoinpiemontecom\wp-content\plugins\wp-open-graph\output.class.php on line 306

26 gennaio 2005

Sgominata banda del caterpillar

Non perdevano tempo a trovare il modo per aprire casseforti o bancomat. Arrivavano con un caterpillar, abbattevano direttamente la struttura e poi si portavano via il bottino. I loro colpi fecero scalpore proprio per il metodo spiccio usato nello sfondare vetrine o abbattere muri: 82 persone, la gran parte immigrati clandestini provenienti da Moldavia e Romania, sono finite in carcere o agli arresti domiciliari, un milione di euro di refurtiva è stato recuperato grazie al lavoro dei Carabinieri di Torino, Bra, in provincia di Cuneo, e Piacenza. Una banda che operava in tutto il nord Italia colpendo soprattutto centri commerciali, banche, gioiellerie ma anche ville: in tutto questi malviventi avrebbero compiuto, secondo gli inquirenti, 66 colpi negli ultimi anni. Individuato l’obiettivo del colpo, circondavano la zona con auto rubate, arrivava un camion che scaricava il caterpillar col quale si aprivano la strada per il bottino: pellicce, gioielli, denaro. Vere e proprie azioni militari studiate nel dettaglio. Misure cautelari anche nei confronti di alcuni italiani che riciclavano il danaro e gli oggetti rubati.



» ELENCO ARTICOLI 2005 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2021 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl