24 aprile 2005

Morto Pianelli presidente ultimo scudetto del Toro

Il Torino Calcio è in lutto per la scomparsa di Orfeo Pianelli. Il presidente dell’ultimo scudetto granata si è spento questa mattina in Costa Azzurra, nella sua casa di Villefranche, all’età di 84 anni. Durante i vent’anni della sua presidenza, dal 1963 al 1982, riuscì a portare la squadra ai livelli più alti del dopo Superga. Nato a Borgoforte, in provincia di Mantova, la notte di San Lorenzo del 1920, Pianelli costruì la propria fortuna a Torino, dove prima di diventare presidente del club granata fondò la “Pianelli e Traversa”, società dell’indotto automobilistico torinese. La sua fama, però, è legata al Torino Calcio, che acquistò nel 1963 riportandolo ai vertici del campionato italiano dopo alcuni anni di difficoltà culminate con la prima retrocessione in serie B del 1958-59. Alla sua dirigenza sono legate le più importanti vittorie ottenute dai granata dopo la tragedia del Grande Torino: i successi nella Coppa Italia del 1968 e del 1971, preludio allo scudetto della stagione 1975-76, l’ultimo nella storia del club. “Pianelli è la storia del Torino”, dice commosso l’attuale presidente della società, Attilio Romero. Alla figura di Pianelli sono però legati anche alcuni momenti dolorosi come la morte del calciatore Gigi Meroni e il rapimento del nipote di appena quattro anni, Giorgio Garbero, nel 1977. Dopo aver lasciato il Torino, più di vent’anni fa, a causa di difficoltà economiche del suo gruppo industriale, Pianelli si era ritirato in Costa Azzurra. Il presidente dell’ultimo scudetto, però, non è mai stato dimenticato dai tifosi a cui ha regalato le gioie di una squadra sempre all’altezza della storia granata.



» ELENCO ARTICOLI 2005 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl