24 febbraio 2006

Delitto Cogne: le intercettazioni della prima ora

Tra le fessure del processo d’appello che si sta celebrando a Torino nei confronti di Anna Maria Franzoni stanno emergendo i testi delle intercettazioni ambientali eseguite dai Carabinieri nei 43 giorni che separano la morte di Samuele e l’arresto di sua madre, il 14 marzo 2002. Decine di conversazioni in cui entra in scena Giorgio Franzoni, il papà di Anna Maria, il 5 marzo 2002 accenna a un martelletto da immergere nell’acido muriatico e da far trovare ai Carabinieri vicino allo chalet. Torna sull’argomento in altre occasioni, mentre si sta ancora cercando l’arma del delitto e spera che quest’arma non venga mai trovata. In quelle registrazioni mai sbobinate possono trovarsi informazioni importanti per risolvere il giallo di Cogne.



» ELENCO ARTICOLI 2006 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl