Warning: getimagesize(): Filename cannot be empty in D:\inetpub\webs\unannoinpiemontecom\wp-content\plugins\wp-open-graph\output.class.php on line 306

26 gennaio 2003

L’addio silenzioso a Villar Perosa

È a Villar Perosa che si è fermato Gian­­ni Agnel­li, nel paese dove la famiglia da sem­­pre ha fe­steg­giato nascite, matrimoni e ha pianto i suoi lutti. Ci sono la famiglia, la casa e la Fiat, presente con una corona di fio­ri gial­li e la bandiera li­sta­ta a lutto. I valori di una vita per l’ultimo ad­­dio. Dopo il bagno di folla di To­rino, sul­le cur­ve che portano a questo ci­mi­tero alpino l’Av­vocato viene accolto dall’applauso di po­che persone di un pae­se di montagna. Al cimitero è il fratello Umberto, che mai come oggi gli assomiglia, ad attenderlo. Con lui Avery Howe, la gio­vane vedova del figlio Giovanni Alberto. Tornano gli applausi: donna Marella entra al brac­cio dei nipoti John e Lapo, poi la figlia Mar­gherita, le sorelle, i Caracciolo, Jas Gawronski e l’amico Mario D’Urso. Insieme al parroco don Franco si recita la preghiera dei defunti: pochi mi­nu­ti e donna Marella esce per prima dalla cappella dove riposa anche il fi­glio Edoardo e il nipote Giovanni. Sembra davvero accusare la stanchezza, ora che tutto è finito e che nell’ultima preghiera la dimensione del funerale ha ritrovato la forma più privata. Raggiunge la villa di famiglia, quel giardino che lei stessa ha curato. Margherita è al braccio della figlia Gi­ne­vra, Susanna ha intorno i tanti nipoti. C’è anche, bionda, alta e bella, Lavi­nia Bor­ro­meo, la fidanzata di John Elkhan. Chiude il corteo Umberto: da domani dovrà gestire due eredità speciali: non solo il patrimonio industriale, ma anche quell’affetto che To­ri­no ha consegnato alla famiglia. E che continua anche qui a Villar: la gita della do­menica per tanta gente è stata oggi alla cap­­pella degli Agnelli.



» ELENCO ARTICOLI 2003 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2021 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl