Warning: getimagesize(): Filename cannot be empty in D:\inetpub\webs\unannoinpiemontecom\wp-content\plugins\wp-open-graph\output.class.php on line 306

27 gennaio 2003

Tunnel Tenda: scontro treni, morti due italiani

Un boato terribile ha spezzato il silenzio del­le montagne. Era­no le 11,10 di stamattina quan­do due treni, uno francese e l’altro italiano, si sono scontrati all’interno della galleria “Bio­ne”, nel territorio comunale di Ten­da, sul versante fran­cese a circa 15 chilometri dal confine con il Piemonte. Il bilancio della tragedia è di due morti, il capotreno e il macchinista del convoglio italiano, e 50 feriti, 4 dei quali gravi. È stato – si presume – a causa di un instradamento sbagliato che i due treni hanno cozzato uno contro l’altro frontalmente sulla linea Ven­ti­mi­glia-Cuneo, in val Roja. È ancora incerta la dinamica, ma pare che all’origine del disastro ci sia un errore umano commesso dai manovratori francesi che avrebbe­ro permesso il passaggio del treno prima che tran­sitasse quello italiano. Il tre­no espresso era partito da Nizza ed era diretto a Tenda, con a bor­do 5 passeggeri; l’Interregionale proveniva da Torino ed era diretto ad Arma di Taggia (Imperia) con a bordo 200 persone. La sciagura si è consumata in un tratto a senso unico, in galleria, all’altezza di una curva in pendenza. Le vittime sono Attilio Bandiera, 34 anni, capotreno servizi di Ven­ti­mi­glia, e Giuseppe Bessone, 52, padre di un ragazzo di 22 anni e di una bam­bina di 9, macchinista di Villanova Mondovì (Cuneo). Entrambi viaggiavano sul locomotore del convoglio Interregionale partito da Torino. Bandiera avrebbe terminato il turno di lavoro di lì a poco. Sul treno italiano viaggiavano anche una settantina di ragazzi dell’Isti­tu­to tecnico commerciale e per periti aziendali “Bertrand Russell” di Tori­no. Stavano andando al Centre Mediter­ranee di Cap d’Ail per un soggiorno-studio di 6 giorni per perfezionare la lingua francese. Tutti i ra­gaz­zi sono in buo­ne condizioni di sa­lute. I feriti gravi so­no stati trasferiti in elicottero agli ospedali di Niz­za e An­ti­bes. Per estrarre i corpi del­le vittime dalle la­miere, è stato necessario un lungo e delicato intervento, reso ancora più difficile dal fatto che i tre­ni si trovavano in galleria.



» ELENCO ARTICOLI 2003 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2021 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl