26 febbraio 2003

Alle Molinette cuore ragazza trapiantato in ex ergastolano

È durato cinque ore mezzo ed è riuscito, alle Molinette di Torino, il trapianto del cuore a un ex ergastolano, condannato a 24 anni per omicidio, che ha ricevuto l’organo da una donatrice di 16 anni morta in un incidente stradale. “Il malato è cosciente e il decorso post-operatorio è regolare”, afferma il cardiochirurgo Francesco Patanè, che ha diretto l’equipe medica che ha eseguito l’intervento. “La notizia è bellissima – dice Pier Paolo Donadio, responsabile della donazione di organi delle Molinette – segno di democrazia, ma la sua divulgazione è stata inopportuna. È stata violata la legge secondo cui non si deve comunicare il nome del donatore abbinato a quello del ricevente. È una questione di delicatezza: ogni persona ha la sua sensibilità e non è detto che tutti accettino certe notizie vedendoci il lato migliore”.



» ELENCO ARTICOLI 2003 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl