28 dicembre 2013

Nosiglia tra baracche nomadi, luogo non degno di Torino

Ha visitato i campi nomadi, prima quelli di corso Tazzoli e poi le baraccopoli di Lungo Stura Lazio, un luogo che “non è degno di Torino”. Per il terzo anno consecutivo, l’arcivescovo del capoluogo piemontese, monsignor Cesare Nosiglia, ha deciso di dedicare alcune ore delle vacanze di Natale per visitare i campi nomadi. “Bisogna andare a scuola, è importante se si vuole crescere bene”, è stato l’appello del porporato, che ha regalato quaderni e pennarelli ai bambini.



» ELENCO ARTICOLI 2013 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl