26 gennaio 2013

Anno giudiziario: Caselli, emergenza ‘ndrangheta

In Piemonte c’è una “incredibile mancanza di consapevolezza” sulla presenza della ‘ndrangheta, ma “l’emergenza è in atto da tempo”.

A dirlo, all’inaugurazione dell’Anno Giudiziario, il procuratore Gian Carlo Caselli che ha citato la lettera dei figli del procuratore Caccia, ucciso dalla mafia nel 1983: “Le cronache recenti sul processo Minotauro avallano i nostri dubbi, mettendo in luce un percorso della malavita organizzata che dai fatti di oggi si può far risalire fino ad allora”.



» ELENCO ARTICOLI 2013 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl