21 aprile 2008

Thyssen: in mostra 75 foto, perché nessuno dimentichi

“Ormai conosco solo l’odio per chi mi ha ucciso con dolo mio figlio e il dolore, perdonatemi, ma è così, è più forte di me”. Lo ha detto Rosina Demasi, madre di Giuseppe Demasi, accarezzando le labbra di suo figlio Giuseppe in una delle 75 fotografie esposte da oggi alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino nella mostra “Chi muore al lavoro” con le foto dei cronisti torinesi scattate al rogo del 6 dicembre alla ThyssenKrupp e nei giorni seguenti. Fra i parenti delle vittime di quella tragedia c’è ancora tanta rabbia. La si vedeva questa mattina sui loro volti, ancora sfigurati dal dolore e dalle lacrime e la si percepiva nell’atmosfera: parenti, amici e colleghi erano però divisi, seduti a gruppi lontani tra loro come se quella tragedia avesse disgiunto più che unire. Una mostra voluta dal Consiglio Comunale di Torino.



» ELENCO ARTICOLI 2008 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl