24 luglio 2008

Guasti a centrali nucleari in Francia, paura in Piemonte

Son già tutti rientrati a casa – dopo gli opportuni controlli in ospedale – i 92 operai della centrale nucleare di Tricastin dove ieri c’è stata una fuga di materiale radioattivo da un tubo in manutenzione. Per le autorità francesi l’incidente è stato classificato di gravità pari a 0, ma desta preoccupazione il fatto che sia il quarto in soli 15 giorni nelle centrali d’oltralpe. Sono 25 i reattori nucleari collocati a pochi chilometri dal confine italiano, una decina in Francia, altri in Svizzera, Germania e Slovenia, molti sono vecchi, risalgono agli anni settanta, all’epoca di Chernobyl. Gli incidenti degli ultimi giorni sono avvenuti due a Tricastin e a Saint Alban. Un recente sondaggio ha stabilito che l’81% dei francesi è inquieto sulla questione nucleare e giudica gravi gli incidenti di questi giorni. Paura e timori anche in Piemonte, nonostante le rassicurazioni. In merito all’incidente di ieri alla Centrale nucleare di Tricastin (Francia), l’Arpa del Piemonte informa che non sono stati riscontrati valori anomali di radioattività dai 29 sensori della rete di controllo che monitorano in tempo reale la radioattività ambientale nella regione. La stessa Arpa comunica che “in base alla tipologia dell’incidente reso noto dalle autorità francesi, non sono da attendersi significativi rilasci di radioattività nell’ambiente”.



» ELENCO ARTICOLI 2008 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl