29 luglio 2008

Rapina nel Cuneese: si costituisce latitante, ero stanco

La vita del latitante, a 56 anni, non faceva più per lui. Braccato, con le forze dell’ordine alle calcagna dallo scorso 10 aprile, quando insieme a tre complici aveva rapinato il Credito Cooperativo di Cherasco (Cuneo), Oreste Cussino ha preferito costituirsi ai Carabinieri di Torino. “Sono stanco – ha spiegato ai militari dell’Arma – questo non è più un Paese per vecchi rapinatori”. Con il suo arresto si chiude il cerchio attorno ai responsabili dell’assalto all’istituto di credito cuneese. Cussino era infatti l’ultimo dei quattro banditi che mancavano ancora all’appello. Carmelo La Rosa, il capobanda di 53 anni, e Luciano Rubinato, 44 anni, erano stati arrestati mentre fuggivano, feriti nel doppio conflitto a fuoco con i carabinieri. Stessa sorte per Sergio Mangiameli, 48 anni, che invece non era rimasto ferito. Per più di tre mesi ha vissuto da fuggitivo, in giro per l’Italia con gli occhi sempre aperti per il timore di essere preso. I Carabinieri, infatti, erano da tempo sulle sue tracce e al primo passo falso sarebbe stato catturato. Meglio quindi costituirsi ed evitare ogni rischio.



» ELENCO ARTICOLI 2008 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl