26 novembre 2009

Se non fai esame antidroga sequestro dell’auto

Quando le forze dell’ordine fermano un au­tomobilista per verificare se sta guidando in sta­to di ebbrezza nes­sun problema: c’è l’e­tilometro che dà il re­sponso immediato. Molto più difficile stabilire invece se l’automobilista abbia assun­to droghe. L’esame delle urine ha un margine largo fa riferimento agli ultimi 2 o 3 giorni ma solo l’esame del sangue può dire con precisione se si è appena assunta sostanza stupefacente. Dalla Procura di Torino ar­riva però una circolare innovativa: se non ac­cetti di fare l’esame del san­gue via la macchina sequestro e confisca del­la vettura. Dice Giancarlo Caselli procuratore Torino: “E si può arri­va­re anche all’arresto d’altronde non sapevamo come comportarci di fron­te all’impossibilità di stabilire con certezza se un automobilista fosse drogato oppure no”. Troppi incidenti anche gravi provocati da guidatori evidentemente in stato di alterazione so­no finiti in un nulla di fatto perché nei processi era impossibile stabilire con esattezza se ci fosse la droga di mezzo. Adesso limi­tata­mente a Torino e pro­vincia non ci saranno alternative: o l’e­­sa­me del sangue oppure la con­fisca dell’auto.



» ELENCO ARTICOLI 2009 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl