23 luglio 2007

Costi politica: Lanzillotta, fischi dalle comunità montane

Una platea di amministratori montani ha fischiato oggi a Torino il ministro degli Affari regionali, Linda Lanzillotta. La protesta è esplosa alla fine del convegno sulla governance della montagna organizzato da Regione Piemonte e Uncem quando Lanzillotta ha sottolineato la necessità del criterio dell’altitudine per definire le comunità montane. Lanzillotta è stata interrotta più volte da fischi e commenti ad alta voce. Alcuni partecipanti al convegno hanno addirittura lasciato la sala. Il moderatore Lido Riba, presidente dell’Uncem del Piemonte, è intervenuto ripetutamente per riportare la calma e permettere a Lanzillotta di proseguire il suo intervento. “È stata un’assemblea vivace, ma ragionando nel merito delle cose anche chi contestava ha riconosciuto la fondatezza dei problemi, e alla fine i fischi si sono trasformati in applausi”: lo sottolinea il ministro Linda Lanzillotta alla fine del convegno torinese sulla governance della montagna. “Mentre lasciavo la sala – riferisce Lanzillotta – sono stata raggiunta da numerosi sindaci di piccoli comuni di montagna che mi hanno detto di ritenere giusta l’introduzione di un criterio per definire la “montanità”. Perché solo così, lo hanno capito, si difende la montagna vera e si fa in modo che non perda quanto le spetta costituzionalmente”.



» ELENCO ARTICOLI 2007 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl