26 settembre 2015

Bob Malone, è torinese il principe delle luci rosse

BOB MALONE

Dopo Rocco Siffredi, il pornostar italiano più famoso è Roberto Malone. Ma non andatelo a cercare con questo cognome, perché all’ anagrafe Bob è registrato come Roberto  Pipino, nato a Torino il 31 ottobre 1956. Quando si presentò a fare il provino per il suo primo film porno, all’atto della selezione gli furono chiesti nome e cognome con relativa carta d’identità. Il regista e i produttori rimasero di sasso. Sul documento c’era scritto appunto : Roberto Pipino. Il regista sbottò a ridere e disse in romanesco: «Ma ‘n do’ vai co’ sto cognome?». Lì nacque Bob Malone. Da quel  1984 a oggi ha girato un totale di  2000 pellicole.

Malone fece film per anni senza informare la moglie della sua entrata nel mondo dell’hard; usciva di casa andando al lavoro come un qualsiasi impiegato. Quando la moglie lo seppe lo lasciò. Malone racconterà poi questa storia ospite da Maurizio Costanzo. Nei primi anni ’90 è stato legato all’olandese Zara Whites e poi all’ungherese Eva Falk (sua attuale consorte), entrambe pornoattrici al tempo della loro relazione.

Per le sue mani sono passate praticamente tutte le pornostar che abbiano calcato le scene dell’hard in Italia, da Moana Pozzi e Cicciolina a quelle più recenti. Roberto Malone ha fatto la storia di questo genere diventando poi un volto noto anche al di fuori dell’hard come uno dei primi pornodivi a passare sugli schermi della tv generalista. Ma al di là delle qualità fisiche per le quali è noto nell’ambiente, è anche il prototipo di un attore hard in via di estinzione, quello anche in grado di recitare, tanto che ha girato un sacco di film “seri”.

“Oggi non è più come ai nostri tempi – ha detto Malone in un’ intervista a Tgcom -. Non c’è più professionalità e l’ambiente è invaso da gente che fa il porno aiutandosi con le pilloline…Oggi si pompano in maniera bestiale con pillole, punturine,… E’ facile far l’attore adesso. Non a caso per anni siamo stati praticamente cinque o sei in Europa e poi c’è stata l’invasione. All’epoca o c’eri o non c’eri”.

Nell’ Olimpo delle pornostar, Bob Malone mette  solo alcuni nomi: “Tracey Adams, Moana Pozzi, Ilona Staller. Tutte attrici che sono rimaste nella storia. Oggi ci sono centinaia di ragazze, magari più belle di queste, ma non hanno personalità e carisma”.



» ELENCO ARTICOLI Curiosità «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl