29 giugno 2020

29 giugno 1993 – Muore la Santa di Volvera

SANTA VOLVERA

Maria Sopegno, per tutti Mariuccia la Santa di Volvera, è nata in Piemonte, a Volvera (Torino), appunto, il 29 luglio del 1919, nella casa cascina di via Spirito Santo, secondogenita di cinque fratelli. Personaggio che fece molto discutere e la sua storia tenne banco per anni sui giornali e nei dibattiti fra la gente.

Secondo il suo racconto, all’ età di 7 anni, mentre dormiva nella stalla, apparve una grande luce e vide accanto a sè una bella signora, tutta vestita di bianco. Due giorni dopo, sempre nello stesso luogo, ebbe un’ altra apparizione, sempre della stessa signora che la chiamò, la toccò e le baciò le mani, una alla volta, dicendole: “Maria, ascolta, hai una grande missione. Dove tu poggerai le mani gli ammalati si sentiranno meglio e potranno arrivare alla guarigione”.

Seguirono altre apparizioni e Mari Sopegno ricevette altri doni. Mariuccia sentiva e vedeva quello che gli altri non potevano vedere e sentire. Iniziò la sua missione nella stessa stanza dove, per oltre 60 anni, ha vissuto e incontrato i suoi ammalati con la costante presenza di quella che lei chiamava “la mia Madonna”.

Di fronte a casa sua si formavano ogni giorno incredibili code di gente giunta da tutto il Piemonte, da tutta Italia, da tutta Europa. Più volte dovettero intervenire uomini della forza pubblica per regolare il traffico e per sedare gli animi. Mariuccia non chiedeva nulla ma tanti hanno fatto lasciti e donazioni. Proprio per questo, la Sopegno ha lasciato tante opere di bene e fra queste la casa di riposo per anziani donata al comune di Volvera.

Esempio di amore, carità, umiltà e obbedienza, lasciò questa terra il 27 giugno 1993- La Chiesa non si è mai pronunciata ufficialmente sulla sua vicenda umana.



» ELENCO ARTICOLI Accadde Oggi «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl