20 novembre 2022

GIULIO BIINO, IL NOTAIO DEI LIBRI

Giulio Biino ritagliata

E’ stato presidente del Consiglio notarile di Torino e Consigliere Nazionale del Notariato. Ma anche vicepresidente del Museo di Arte Contemporanea del Castello di Rivoli e presidente della Fondazione Circolo dei Lettori.

Insomma, un importante notaio con interessi vari nel mondo della cultura e una di quelle persone incaricate di organizzare e gestire il Salone del Libro di Torino.

“Sarò il notaio del Salone del Libro” disse qualche anno fa,  e non c’è definizione che calzi maggiormente a pennello per Giulio Biino, questo vivace 59enne, sposato con tre figli, che divide la sua giornata fra atti, rogiti, testamenti e libri, presentazioni, convegni e la vita del Circolo dei Lettori.

Lettore incallito, ha confessato di acquistare 800 libri ogni anno, ammettendo – comunque – di non leggerli tutti quanti, ma che gli piace “averli in casa e metterli in libreria”. Una vera manna per scrittori, editori e librai.

Torinese purosangue, liceo al Galileo Ferraris e laurea in giurisprudenza all’ Università di Palazzo Nuovo a Torino. Tifoso della Juventus, da ragazzino passava le giornate a giocare a Subbuteo. Profondo amante della Sardegna, regione della quale conosce tutti i vini. Ma a tavola predilige la buona cucina piemontese.

Il sogno nel cassetto? Una Torino locomotiva culturale dell’ Italia.



» ELENCO ARTICOLI I Piemontesi «
Stampa
© 2022 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl