05 ottobre 2021

600 KM IN BICI PER IL GRAND TOUR PIEMONTE UNESCO

BICIGRANDTOURUNESCO

Piemonte, terra di ciclisti. Da Fausto Coppi a Filippo Ganna. Partendo da questa considerazione e dal fatto che questa regione ha un territorio per la sua conformazione naturale da scoprire pedalando, è nato il Grand Tour Piemonte UNESCO, un anello di 600 chilometri attraverso tutte le province del Piemonte, per vivere la natura, la cultura e l’enogastronomia.

Questo anello di 600 chilometri può essere scoperto a piedi e in bicicletta e si snoda tra strade bianche, argini di fiumi e canali. Si passa dalle Residenze Reali Sabaude ai Paesaggi Vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, dai Sacri Monti alle Città Creative di Torino, Alba e Biella, sino ai siti preistorici di Viverone- Azeglio, da Ivrea Città Industriale del XX secolo alle Riserve MAB (Man and Biosphere) del Ticino Val Grande Verbano, del Monviso e di Collina Po.

Insomma, un percorso unici e straordinari. L’anello completo del Grand Tour UNESCO consente, partendo da Torino oppure raggiungendo il tracciato con il treno dalle stazioni ferroviarie di Ivrea, Biella, Santhià, Vercelli, Novara, Casale Monferrato, Asti, Alba, Bra, Racconigi, Savigliano, Cuneo, Piscina, Avigliana di scoprire i numerosi siti UNESCO piemontesi attraverso percorsi che incrociano città, borghi e luoghi di importanza storico-artistica: cammini storici come la Via Francigena, aree protette come l’Oasi Zegna, la Riserva Naturale delle Baragge, il Parco delle lame del Sesia, il Parco del Po; le abbazie di San Nazzaro Sesia, di Staffarda e quella di Lucedio con il Bosco della Partecipanza di Trino, le terre dell’Ordine Mauriziano, il Canale di Caluso e l’itinerario di Ven-TO, i Beni FAI del Castello di Masino e della Manta di Saluzzo.

Non resta che partire, far conoscere questo progetto meraviglioso, ma soprattutto dotarlo di tutte le strutture indispensabili per accogliere turisti e sportivi da tutta Europa. Mi riferisco a ostelli, alberghi, punti ristoro, punti tappa, segnaletica adeguata e ben visibile. Altrimenti resterà, sempre e solo, un bel progetto sulla carta e in bici non ci verrà nessuno.



» ELENCO ARTICOLI Curiosità «
Stampa
© 2023 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl