25 ottobre 2008

Serial killer Giancarlo Giudice in libertà

Ha ucciso 9 donne, dopo 22 anni fra prigione e casa di cura adesso il serial killer è tornato in libertà. Si chiama Giancarlo Giudice, ha 59 anni, un camionista che fra il 1983 e l’86 fu protagonista di una lunga scia di sangue a Torino. Dopo l’arresto fu riconosciuto infermo di mente. Nei giorni scorsi ha lasciato l’ospedale psichiatrico di Reggio Emilia, anche se non ha ancora concluso il suo percorso terapeutico e forse è ospite di una comunità. Negli anni 80 abitava in una casa di via Cravero, profonda periferia, faceva l’autotrasportatore. Quattro i delitti commessi proprio nell’alloggio all’ultimo piano, legava le donne con cavi elettrici poi le strangolava con calze di nylon. Il giorno dopo si occupava del cadavere, spesso lo bruciava o lo gettava nei campi della provincia. Fu arrestato quasi per caso nell’86 dagli agenti della Squadra Mobile di Torino, dopo lunghi interrogatori confessò tutti i delitti commessi, nove. Disse che ammazzava le donne grasse e poco curate perché gli ricordavano la matrigna. Nelle varie fasi processuali fu riconosciuto infermo di mente. Nel processo di primo grado fu condannato all’ergastolo, pena ridotta a trent’anni di carcere in appello, più tre anni da scontare in carcere giudiziario.



» ELENCO ARTICOLI 2008 » Un anno in Piemonte «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl