27 settembre 2020

ALBERTO BERTONE E LA SUA ACQUA

Alberto Bertone

L’avventura di Alberto Bertone e la Fonti di Vinadio comincia nel 1995. La sua è una famiglia di imprenditori edili che in quegli anni cominciano a pensare che occorre diversificare le attività. Alberto arriva da un master di specializzazione manageriale ed è deciso a gettarsi nel settore alimentare.

Un po’ di intraprendenza, un po’ di conoscenze del territorio, qualche consiglio ed ecco la scoperta di Vinadio con le sue sorgenti fino a quel momento mai utilizzate. Bastò l’assaggio dell’ acqua di quelle fonti che sgorgava ai 2mila metri  per innamorarsi dell’ idea e farne un’ azienda, quella che commercializza l’ Acqua Sant’ Anna. Impresa non facile per chi fino a quel momento si era occupato esclusivamente di costruzioni.

Alberto lascia l’azienda famigliare e si butta anima e corpo nel mondo delle acque: fa di tutto, dal responsabile di produzione al direttore commerciale fino a seguire in prima persona  il marketing. Difficile entrare in un mondo, quello delle acque oligominerali, già consolidato al punto che Bertone decide di regalare i suoi prodotti ai supermercati. E la sfida è vincente: dal 1998 la crescita dell’ Acqua Sant’ Anna è ininterrotta ed oggi la Fonti di Vinadio è leader in Italia e in Europa. Un miliardo è mezzo di bottiglie l’anno, 200 dipendenti, fatturato superiore ai 300 milioni di euro.

Il segreto? Non ce n’è mai uno solo, ma certo l’ intuizione di usare, agli inizi degli Anni Duemila, la bottiglia biodegradabile e compostabile. E anche lo stabilimento di produzione è costruito secondo criteri di bioarchitettura e bioedilizia. 60mila metri quadrati interamente in legno e pietra rispettando stili e materiali tipici delle valli di Vinadio.



» ELENCO ARTICOLI I Piemontesi «
Stampa
© 2020 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl