17 gennaio 2021

ROMANA BLASOTTI PAVESI, VITA SEGNATA DALL’ AMIANTO

Romana Blasotti

Romana Blasotti Pavesi, per tutti la Romana di Casale Monferrato, presidente onoraria dell’Associazione famigliari vittime amianto, e donna simbolo della lotta all’Eternit, ha già superato i 90 anni. Una vita segnata dal dolore, colpita negli affetti più cari, perché la micidiale fibra d’amianto le ha tolto il marito Mario (scomparso nel 1983, a 61 anni), operaio Eternit, la sorella Libera (scomparsa nel 1990, a 59 anni), la figlia Maria Rosa (scomparsa nel 2000, a 50 anni).

Da questi dolori terribili Romana ha tratto forza per una lotta che porta avanti da decenni, ispirata da un profondo desiderio di giustizia per il male che la sua città, Casale, ha dovuto subire a causa dell’Eternit. Battaglie che l’hanno vista per 30 anni ad essere la guida e la presidente dell’Afeva – Associazione Familiari e Vittime dell’amianto – di cui mantiene tuttora la presidenza onoraria.

Forte fu, nel novembre 2014, la delusione per la sentenza della Cassazione che prescrisse la condanna (inflitta in primo grado e ribadita in Appello) di Stephan Schmidheiny, il proprietario della Eternit. E ancora adesso giustizia non è stata fatta con tanti processi aperti e in corso. Perché sono migliaia le vittime del mesotelioma pleurico (malattia terrificante provocata dalle fibre di amianto) e si continua a morire anche se la Eternit è chiusa dal 1986. Ma ha diffuso nell’aria le polveri micidiali dal 1907 seminando morte e dolore.

La storia di Romana è stata raccontata ed è conosciuta non solo in Italia ma in tutto il mondo. Tanto per fare un esempio: è stato pubblicato in Giappone, un manga (per chi non è esperto del genere: il tipico fumetto giapponese) che racconta la sua storia e quella della sua famiglia.



» ELENCO ARTICOLI I Piemontesi «
Stampa
© 2021 ENNECI Communication | Powered by WordPress | Designed by Manager Srl